Tecnologie online per l'hotel.

on .

imagesCA5SQ9EMNell’era della “nuvola” gli hotel hanno a disposizione svariate tecnologie per la gestione della propria distribuzione e offerta digitale. La sfida odierna diventa anche saper selezionare quali strumenti tecnologici sono essenziali per ottemperare alle best practices di mercato e quali invece possono considerarsi aggiuntivi e opzionali, da implementare magari dinanzi ad una più elevata disponibilità di risorse umane o economiche.
 
 
Decise le tecnologie essenziali, il manager deve potersi orientare fra acronimi, provider e sistemi molto differenti per scegliere il servizio con le performance più adeguate alle sue specifiche necessità.
 
Il channel manager è oggi, insieme al booking online, da considerarsi indubbiamente uno strumento fondamentale per l’ottimizzazione delle entrate di una struttura ricettiva. L’automazione degli aggiornamenti sui canali web permette indubbi vantaggi sia in termini di risparmio di tempo ed errori, che di maggiori volumi di vendita, grazie all’offerta permanentemente aggiornata e allineata di disponibilità e tariffe web.
 
Il numero di canali efficienti da gestire con questo strumento è andato progressivamente incontro ad una riduzione inversamente proporzionale alla crescita della pressione promozionale e delle opportunità di vendita con tariffe speciali messe a disposizione dalle OTA. La tendenza è ormai quella di amministrare meno portali, ma con più tariffe diversificate.
 
L’hotel può scegliere fra un vasto numero di provider nazionali ed internazionali che offrono un livello di servizio ormai elevato e quindi affidabile nella maggior parte dei casi. Questo avviene anche grazie alla migrazione completa verso connessioni XML certificate, che i fornitori hanno nel tempo sviluppato sostituendo le vecchie modalità di collegamento basate su tecniche di “screen scraping” assai più complesse, lente e meno affidabili.
 
La scelta può orientarsi su piattaforme web based disponibili in rete e applicazioni installate localmente. Grazie anche alla rapida evoluzione del cloud computing, la maggioranza quasi assoluta predilige la prima opzione. E’ possibile anche riferirsi a servizi “stand alone” e quindi non integrati in suite complete di altri applicativi di distribuzione web quali booking online, mobile booking, ecc., oppure decidere per moduli aggiuntivi completamente integrati al motore di booking online diretto. I servizi indipendenti consentono, in linea di massima, risparmi sui costi generali e sono particolarmente indicati per strutture con minori esigenze rispetto a quelle caratterizzate da gestioni complesse ma fortemente orientate al revenue management. Piattaforme maggiormente complesse possono essere più impegnative nella gestione e configurazione iniziale, ma permettono di effettuare operazioni più sofisticate nella gestione dinamica delle sincronizzazioni degli inventari e delle tariffe.
 
Molti dei servizi in circolazione sul mercato consentono anche la trasmissione delle prenotazioni direttamente nel gestionale, garantendo un vantaggio operativo importante, soprattutto per strutture che hanno notevoli flussi quotidiani di vendita sia diretta che mediante le OTA su cui sono rappresentate.
 
Da alcuni anni, le migliori piattaforme a disposizione del mercato integrano una funzione “Two Ways”. Questa consente l’aggiornamento automatico della disponibilità su tutti i canali gestiti, in ragione delle prenotazioni entrate su ciascuna data e tipologia di camera, scongiurando in tal modo il rischio di overbooking. Tale funzionalità offre indubbi vantaggi, che sono però proporzionalmente più importanti quanto minore è il numero di camere della struttura ricettiva. Meno determinante per i grandi hotel, strategica per strutture di piccole dimensioni ad alto rischio di prenotazioni concorrenti.
 
Queste soluzioni integrate sono in grado di interloquire a due vie con i canali gestiti e, inserite come soluzione unica nell’interfaccia di lavoro on line del proprio booking, sono abilitate ad esportare prenotazioni e importare aggiornamenti dal gestionale. Le versioni web sono attualmente le soluzioni preferite dalle strutture che intendono investire per risparmiare.
 
Il Channel Manager si configura pertanto come un elemento  essenziale nella dotazione degli strumenti dell’albergatore orientato a lavorare seriamente sui canali digitali di vendita. La fruibilità dello strumento tipica del web, una grande semplicità d’uso, un elevato grado di affidabilità nel gestire aggiornamenti e disponibilità ed un buon livello di integrazione con i PMS, rendono questi strumenti maggiormente usabili, sicuri ed efficienti.
 
Ringraziamo Nicola Seghi per gli interessanti spunti di riflessione offerti

Software gestionale Hotel | Gestionale alberghiero | Software gestionale PMS CloudCRM Hotel | CRM Tour Operator | Software gestionale SPA e Centri Benessere | Software gestionale Ristoranti | Software ristorazioneSoftware gestionale Retail | Brand reputation | Mobile concierge | Mobile booking | Customer satisfaction | miglioralbergo.com | hotelyzer