Revenue Management – Insegnamenti da un venditore ambulante

Scritto da Massimo Bello on .

pesceL’immaginario ci porta a pensare che il revenue management sia costituito da un insieme di complesse tecniche non proprio alla portata di tutti. Dopo qualche “rewind” di un episodio che mi accaduto pochi giorni fa, mi sono reso conto di come alcune di queste facciano parte della nostra quotidianità più di quanto si possa pensare.

Giorni fa mi recavo al lavoro percorrendo al mattino, come consuetudine, le medesime strade. Ad un certo punto ho incrociato un vecchietto che vendeva pesce all’angolo di una strada molto trafficata. Nel pomeriggio, rincasando, ho avuto la netta impressione di incontrare nuovamente lo stesso personaggio ubicato altrove, sempre nel medesimo paese ma in zona centrale.

L’indomani, incuriosito, sono transitato ponendo maggiore attenzione. Sì, era lo stesso soggetto. Ho iniziato ad osservare incuriosito i movimenti del venditore ambulante ed ho notato che alcuni prezzi esposti erano differenti da quelli letti il giorno prima: usava applicare condizioni differenti in funzione evidentemente di alcune variabili.

Ho deciso allora di fermarmi per analizzare da vicino la cosa ed ho preso confidenza iniziando ad acquistare del pesce, per provare a capire qualcosa di più. Mi ha spiegato che il prezzo di acquisto non era in realtà molto diverso da un giorno all’altro, ma che in funzione della quantità venduta, della richiesta, della giornata di calendario, delle condizioni meteo e del luogo di appostamento, i prezzi che proponeva subivano spesso variazioni.

L’ho salutato per tornare un paio di giorni dopo. Era Martedì e mentre facevo il mio acquisto ho continuato a cercare di carpirgli altre informazioni. Ha sottolineato che il martedì e ancora di più il venerdì manteneva i prezzi più alti perché c’era una richiesta maggiore e costante mentre quotidianamente dopo un certo orario era sua abitudine ridurre i prezzi perché il pesce è merce deperibile e se invenduto dopo un certo orario è da considerarsi con buona probabilità da buttar via.

A quel punto mi ha messo in busta del pesce in più, di altra qualità, chiedendomi meno di quello che valesse: non conveniva provare a conservarlo per riproporlo in cattive condizioni a clienti sprovveduti. Questi non sarebbero rimasti soddisfatti e non sarebbero tornati una seconda volta, con il rischio che avrebbero potuto iniziare a non parlar bene di lui e del suo pesce.

Presa confidenza, nei giorni a venire, mi ha confessato che periodicamente usava mandare in giro il figlio a curiosare in qualche altro punto vendita fisso nelle vicinanze.

Anche questo è Revenue

Software gestionale Hotel | Gestionale alberghiero | Software gestionale PMS CloudCRM Hotel | CRM Tour Operator | Software gestionale SPA e Centri Benessere | Software gestionale Ristoranti | Software ristorazioneSoftware gestionale Retail | Brand reputation | Mobile concierge | Mobile booking | Customer satisfaction | miglioralbergo.com | hotelyzer